Il deficit uditivo e le conseguenze sul linguaggio

12.10.2017

Una caduta della soglia uditiva può determinare conseguenze di varia entità in base all'importanza del deficit stesso, in termini di decibel, e all'età di insorgenza.

L'audiogramma è la rappresentazione grafica su cui viene rintracciata la soglia uditiva, attraverso l'esecuzione dell'esame audiometrico. Nell'immagine si può osservare come i vari suoni presentino determinate caratteristiche di intensità e frequenza; lo stesso vale per i suoni appartenenti alla lingua parlata. Basta una rapida osservazione per giungere a una conclusione: anche una "Perdita di Udito Lieve", cioè compresa tra i 20-40 dB, in fase preverbale (cioè precedente all'avvio del linguaggio verbale e in fase di acquisizione del linguaggio) può determinare difficoltà percettive con ricadute importanti.

Per tale ragione risulta sempre di grande aiuto, oltre che necessario, richiedere un esame audiometrico in presenza di Ritardo e Disturbi del Linguaggio.